Benvenuti ne I Luoghi della Scrittura!

Potreste essere qui come altrove, per leggere non esiste un posto ideale, basta lasciarsi prendere dalle parole, immergersi nei suoni della poesia, farsi catturare dalle storie.

Diverso è l’approccio per la scrittura, dove i luoghi assumono importanza per ciò che trasmettono nella creatività dell’opera.

Nelle Marche nasce la prima associazione italiana fatta da autori e lettori, per la promozione della scrittura e del libro. Un progetto legato al territorio, che vuole essere volano turistico nell’elevazione culturale dei luoghi, ma anche propositivo attraverso l’organizzazione di eventi di richiamo nazionale.

Tutto ciò solo per passione, senza scopo di lucro, con il gusto del fare e la gioia del condividere.

L’associazione culturale I Luoghi della Scrittura è aperta a tutti : scrittori, lettori, simpatizzanti, appassionati, sostenitori, volenterosi, amici di ogni età.

Siamo partiti dal Piceno per un viaggio senza confini. VENITE CON NOI!

Fondatori

Ci presentiamo

Siamo un'associazione culturale senza scopo di lucro, pensata e realizzata da 6 soci fondatori (Gabriella Bugari, Cinzia Carboni, Filippo Massacci, Domenico Minuto, Lucilio Santoni, Franco Zazzetta) che, uniti dalla passione per la scrittura e la lettura, hanno deciso di mettere insieme le loro competenze, le energie e le singole esperienze, per incentivare, aiutare, promozionare, dare a tutti coloro che scrivono, la possibilità; di farsi conoscere e leggere.

Perchè una nuova associazione?

Perché non esisteva. Per la prima volta in Italia, si tenta un esperimento del genere: utilizzare tutte le occasioni più opportune per mettere in contatto il mondo della scrittura con quello della lettura. Sembra una cosa naturale, ma non è così.

Scrivere un bel libro non è impresa di poco conto, ma farlo arrivare agli altri e riuscire a farlo leggere è veramente difficile.

Al di fuori dei pochi già famosi che hanno la fortuna di essere patrocinati da grandi case editrici, per tutti gli altri, fino ad oggi le opportunità erano davvero rare.

Oggi chi scrive ha un punto di riferimento per conoscere e farsi conoscere.

Un luogo e tante occasioni per trovarsi insieme ad amici con cui condividere esperienze e passioni.

Un nuovo stimolo per non perdersi d’animo di fronte alle difficoltà.

Oggetto statutario e attività svolte in attuazione dello stesso

L’Associazione culturale “I Luoghi della Scrittura”, con sede in San Benedetto del Tronto, si prefigge, come da statuto, il perseguimento di finalità di solidarietà sociale ed opera per favorire, divulgare e realizzare iniziative idonee a promuovere, diffondere e valorizzare la cultura e l’arte, in particolare nel campo della cultura letteraria ed artistica in genere.

Così si intende diffondere la cultura letteraria e ampliare la conoscenza della stessa attraverso contatti tra persone, enti ed associazioni, con gli intenti prioritari di:

  • allargare gli orizzonti didattici di educatori, insegnanti ed operatori sociali, affinché sappiano trasmettere l’amore per la cultura letteraria ed artistica come un bene per la persona;
  • proporsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali assolvendo la funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente;
  • porsi come punto di riferimento per quanti possano trovare nel leggere e nello scrivere forme di espressione che siano di sollievo personale e collettivo;
  • divulgare il patrimonio culturale, le tradizioni e la storia di contesti territoriali locali;
  • porre all’attenzione nazionale il nostro territorio e attrarre flussi turistici.

Eventi promossi dall’Associazione

L’Associazione organizza varie iniziative, tra le quali quelle indicate qui di seguito.

La rassegna “Incontri con l’Autore” si svolge dal mese di giugno al mese di settembre in vari luoghi della città di San Benedetto del Tronto, ove si tengono incontri con autori di opere di recente pubblicazione di narrativa, saggistica e poesia. “Incontri con l’Autore”, giunta alla quarantesima edizione, vanta una tradizione tra le più risalenti nel tempo in Italia e costituisce una occasione di straordinario rilievo per far entrare il vasto pubblico in contatto con i protagonisti della letteratura nazionale e internazionale e per stimolare riflessioni, acquisire conoscenze, affinare la percezione del mondo. Nel corso dell’anno, quindi anche nei mesi non estivi, sono diversi le sessioni con numerosi e valenti scrittori.

Nell’incontro con i cinque finalisti del “Premio Strega”, che quest’anno si terrà per il settimo anno consecutivo alla Palazzina Azzurra di San Benedetto del Tronto. i cinque finalisti del “Premio Strega”, presentano, con l’ausilio del direttore della Fondazione Bellonci Stefano Petrocchi, le opere che si contenderanno la vittoria del più prestigioso e rinomato premio letterario nazionale. Successivamente alla serata finale in cui viene proclamato l’assegnatario del Premio, la città di San Benedetto del Tronto ospita i vincitori del “Premio Strega” e del “Premio Strega Giovani”. Gli studenti dei licei cittadini sambenedettesi sono coinvolti nelle iniziative del “Premio Strega Giovani” e del “Premio Strega Ragazze e Ragazzi” .

Il “Premio Nazionale all’editor”, quest’anno alla dodicesima edizione, intende attribuire un pubblico riconoscimento ad una figura professionale che nel corso del tempo è andata ad acquisire un sempre più marcato rilievo nell’ambito delle attività della filiera editoriale: l’editor. Non consta che in Italia vi siano iniziative omologhe.

Il “Premio alla Giovane Promessa della Letteratura Nazionale”, quest’anno alla settima edizione, viene conferito ad uno scrittore di narrativa prescelto, a seguito di una selezione curata dall’Associazione promotrice in collaborazione con le Scuole Secondarie di secondo grado della città, per la migliore opera della narrativa nazionale scritta da un autore di età non superiore ai trenta anni.

Il “Riconoscimento alla casa editrice” viene conferito ad una casa editrice che per retaggio storico e per vivacità culturale si è contraddistinta nell’orizzonte editoriale nazionale.

Il Festival “Piceno d’Autore”, quest’anno alla dodicesima edizione, si incentra su di un tema di riflessione particolarmente presente nella sensibilità pubblica, trattato in una serie di incontri con personalità di rilievo del pensiero nazionale che si tengono nei mesi estivi in suggestivi luoghi del centro storico di Monteprandone, comune che ospita e sostiene l’iniziativa.

La rassegna “Reflex. Istantanee del pensiero contemporaneo”, quest’anno alla terza edizione, si snoda attraverso plurimi appuntamenti che si tengono nel Comune di Alba Adriatica con alcuni personaggi di rilievo della cultura italiana, in una sorta di viaggio nel pensiero contemporaneo.

Le giornate della partecipazione” contemplano una serie di incontri con gli abitanti del Comune di Grottammare e con un pubblico più vasto su tematiche che hanno attinenza con i diritti di cittadinanza e con la partecipazione democratica. Svolgono la funzione di interlocutori studiosi e rappresentanti della cultura che hanno affrontato ed approfondito dette tematiche.

Cultura viva” si snoda attraverso varie sessioni che vedono protagonisti scrittori, giornalisti, pensatori con lo scopo di intrattenere i presenti su argomenti di interesse generale e di approfondimento specifico, quale contributo per una adeguata informazione e formazione. L’evento si tiene nella fortezza medioevale di Acquaviva Picena.

COMITATO DIRETTIVO

  • Domenico Minuto (presidente)
  • Silvio Venieri (segretario)
  • Franco Zazzetta (consigliere)
  • Cinzia Carboni (consigliere)
  • Domenica Tranquilli (consigliere)
  • Filippo Massacci (consigliere)

COMITATO TECNICO SCIENTIFICO

  • Sonia Loffreda
  • Sonia Selvetti
  • Giampiero Straccia
  • Eliana Narcisi
  • Giovanna Frastalli
Privacy Policy